Sei qui
Home > I Sentieri del Parco
Sullo sfondo Capri, a sinistra il Vesuvio
Sullo sfondo Capri, a sinistra il Vesuvio

È consolidata abitudine quella di vantarci delle nostre bellezze artistiche e paesaggistiche, si fa spesso sfoggio del più retrivo sciovinismo, in special modo, quando qualcuno osa mettere in dubbio l’unicità del nostro territorio o semplicemente paragonarlo a simili realtà di altri paesi.

Talvolta ci si veste anche dei millantati panni di esperto del genius loci, ma andando in fondo, sotto sotto, affiora alla luce il deleterio ed evidente prodotto del nostro disamore, il nostro malriposto orgoglio non è altro che il frutto di una posa, una presa di posizione, che tende a nascondere la nostra ignoranza e soprattutto la nostra inerzia.

È difficile trovare altrove una simile quantità di luoghi comuni e di false promesse d’amore, come nel caso del Vesuvio e del suo parco nazionale, decantato quale vulcano per eccellenza e poi ridotto a discarica a cielo aperto. Siccome siamo convinti che amore sia anche e soprattutto conoscenza, abbiamo deciso di presentare, a scopo escursionistico una serie itinerari che rendano al meglio la reale immagine del temuto ma fragile Sterminator Vesevo. La guida sarà escursionistica perché le vere unicità del Vesuvio possono essere scoperte solo faticando un po’ di più di chi vuole l’immagine da cartolina e poi perché, di guide turistiche, ce ne sono già tante e scontatamente offrono un’immagine arcinota del nostro Vulcano. Non per questo i sentieri saranno tutti da hard trekker, come si suol dire in gergo, ma ce ne saranno anche per i neofiti o per i meno avvezzi alla montagna.

Lo scopo della serie di articoli che seguiranno, non sarà solo quello esplicito di denunciare i mali del Vesuvio che, ahinoi sono tanti ma sarà quello, forse presuntuoso ma ben determinato, di stimolare la fruizione del nostro più grande patrimonio naturale. Daremo spunti, indicazioni, avvertimenti e tutto il necessario bagaglio informativo e interattivo per fare una piacevole e consapevole escursione a pochi passi da casa, e, allo stesso tempo, tutelarne l’esistenza con la presenza attiva, civile e consapevole sul proprio territorio.

Sarà una guida in “presa diretta” perché avrà il valore di un taccuino di viaggio, con la pretesa, appunto, di avvicinare il più possibile le persone alla natura vesuviana. Per lo meno ci metteremo tutta la nostra buona volontà e passione, che spesso, come si sa, è assai contagiosa.

Vogliamo andare in ordine progressivo, affrontando quel che resta della sentieristica ufficiale del parco nazionale del Vesuvio, dando un’immagine reale perché trascritta, fotografata e georeferenziata da chi la Montagna la vive e non la “copiaincolla” da stantie fonti di seconda mano.

I sentieri ufficiali sono al momento 11, ma non tutti di facile accesso e percorribilità, e anche per questo tenteremo di volta in volta di analizzarli e di guidarvi nella scelta del percorso migliore o del suo stato di percorribilità. Inoltre alcuni sono quasi del tutto chiusi dalla vegetazione spontanea oppure dalle frane che col tempo e con la mancata manutenzione si sono verificate lungo il loro percorso.

In più aggiungeremo anche dei percorsi alternativi, di collegamento, storici o creati ex-novo che renderanno più interessante e se possibile più affascinante il Somma/Vesuvio.

A seguire gli undici sentieri ufficiali che tratteremo nella nostra piccola guida escursionistica:

n. 1 – La Valle Dell’Inferno
n. 2 – Lungo I Cognoli
n. 3 – Il Monte Somma
n. 4 – Attraverso la Riserva del Tirone
n. 5 – Il Gran Cono
n. 6 – La Strada Matrone
n. 7 – Il Vallone della Profica
n. 8 – Il Trenino a Cremagliaera
n. 9 – Il Fiume di Lava
n. 10 – L’Olivella
n. 11 – La Pineta di Terzigno

Elenco dei percorsi recensiti: I Sentieri del Parco

Autore: Ciro Teodonno

 

Top