Sei qui
Home > Posts tagged "Sentieri del Parco Nazionale del Vesuvio"

Commenti al veleno, il Parco delude

E' ormai abitudine diffusa passare del tempo, in alcuni casi fin troppo, sui social. Sfogliando bacheche e leggendo distrattamente post qua e là, ci si tiene informati e spesso si soddisfa la naturale propensione al pettegolezzo di ognuno di noi. Tra i post della mia bacheca noto con piacere alcuni messaggi e video pubblicati dalla pagina ufficiale del Parco Nazionale del Vesuvio e dal suo Presidente Agostino Casillo. Le ruspe sono a lavoro sul sentiero n°9 con l'obiettivo di riqualificarlo e renderlo nuovamente fruibile al grande pubblico che in massa si reca negli ultimi anni in visita al Gran Cono ed

Il sentiero n° 9 “Il fiume di lava”

  Autore Immagini e Testo Ciro Teodonno Nome Sentiero Il Fiume di lava Numero Sentiero 9 Colore Identificativo Malva Lunghezza 1,039 km (A/R) Dislivello medio 25 m Tempo di percorrenza medio 1h (A/R) Difficoltà E-CAI (escursione semplice) Traccia gpx Download*   Per accedere al sentiero numero nove si può seguire lo stesso itinerario che da San Sebastiano al Vesuvio ci conduce al numero otto. Un’alternativa può essere invece quella di entrare dall’ingesso  che  il  percorso  ha  sulla strada provinciale (a quota 572 m), più o meno all’altezza dell’Osservatorio e di ciò che rimane dell’Hotel Eremo (c’è un ristorante in disuso e un uno spiazzo utile come parcheggio nelle immediate vicinanze).  Da  qui,  in discesa, raggiungiamo facilmente il piccolo spiazzo, corredato di segnaletica (semidistrutta

Il sentiero n°8 “Il trenino a cremagliera”

Autore Immagini e Testo Ciro Teodonno Nome Sentiero Il Trenino a Cremagliera Numero Sentiero 8 Colore Identificativo Azzurro Lunghezza 2,906 km (A/R) Dislivello 218 m Tempo di percorrenza medio 1h 30m Difficoltà E-CAI (escursione semplice) Traccia gpx Download* Giunti a San Sebastiano e percorrendo via Palmieri verso San Domenico, il vulcano emergerà, man mano che si sale, tra i tetti delle case e, a favore di luce, ci offrirà le splendide visioni del verde cangiante e del grigio argenteo dei suoi boschi e delle sue rocce. Da questo luogo, dove una volta sorgeva un convento di domenicani, si potrà raggiungere, attraverso via Casagnolella o, più su,  per  via  Macedonio  Melloni,  la strada principale di via Panoramica Fellapane che

Il Gran Cono

La visita al Gran Cono del Vesuvio è una delle esperienze più belle che un turista in giro per la Campania possa fare. Nonostante il senso diffuso di abbandono ed il degrado dilagante, la natura generosa ed il paesaggio frastagliato e mai banale, la vista persa nel blu dell'orizzonte con Napoli addormentata e Regina, continueranno a stupire al punto da mitigare rabbia e malumore, inevitabili per chi percepisce le enormi potenzialità inespresse e soffocate dell'area. In auto si può raggiungere il sentiero del Gan Cono, numero 5 del Parco Nazionale del Vesuvio, percorrendo l'autostrata A3 in direzione Salerno. E' possibile uscire ad Ercolano,

Top